lunedì, novembre 19, 2012

Un compleanno a Firenze, incontri e vellutata di carote con "panna acida" e dragoncello

Il week end, trascorso a Firenze per festeggiare il compleanno della mia cognatina, mi ha ampiamente rimesso in carreggiata dopo la tristezza e i momenti di sconforto della scorsa settimana.

Io amo la mia cittadina sonnolenta di provincia, sogno una casa in campagna, adoro il mare solo quando è deserto, ma non sono un'eremita ed ogni tanto ho bisogno di gettarmi a capofitto in una città vera.....e tornare con nuovi stimoli, nuove idee, e nuovi acquisti :)
In particolare sorvolerò sul resto del mio shopping ma vi anticipo che ho preso due nuovi libri di cucina e che presto sperimenterò qualche loro proposta!

Oltre a  questo è stato bello passare un po' di tempo con la mia cognatina Valentina, festeggiarla, girare con lei le vie di una città sempre meravigliosa (grazie Vale!).

Ed è stato bello incontrare il mio adorato folletto di città, Berry, e stare lì a chiacchierare una serata come se fosse la cosa più normale del mondo, come se ci conoscessimo da sempre (grazie Berry per essere venuta nonostante il freddo e i parcheggi impossibili!).

La ricetta di oggi l'ho preparata appena rientrata a casa, voleva essere light per rimediare agli stravizi di questi giorni, ma il progetto è fallito perchè avevo della panna fresca in frigo e la tentazione di usarla è stata troppo forte.....il risultato di questo esperimento comunque è stato veramente ottimo e ne è valsa ampiamente la pena!!


Tempo di preparazione:
25 minuti

Ingredienti per 2 persone:
8 carote circa
1/2 litro di brodo vegetale
80 gr. di panna fresca
il succo filtrato di un limone
dragoncello secco
sale q.b.
pepe misto

Lavare le carote, privarle della buccia e metterle a cuocere con il brodo vegetale per circa quindici minuti.
Intanto unire la panna con il limone e mescolare accuratamente.
Quando le carote saranno cotte, frullarle con il minipimer fino ad ottenere una crema, quindi unire la panna (lasciandone da parte appena un po' per decorare il piatto), aggiustare di sale, far riprendere il bollore e spegnere.
La vellutata va servita ben calda, guarnita con la panna rimanente, il dragoncello a volontà e una macinata di pepe fresco.

Il gusto acidulo della panna con il limone bilancia la dolcezza delle carote, il dragoncello dà una nota di freschezza e di originalità, il pepe arricchisce ed esalta la semplicità del piatto....da provare!!

P.S. ho messo "panna acida" tra virgolette perchè, tecnicamente, la mia è una panna acidulata con limone e non una panna acida vera e propria.

P.P.S. ma ancora non l'avete letto il mio antico post sul dado vegetale fatto in casa?? Ma cosa aspettate, correte a cliccare qui, vi assicuro che se proverete a farlo anche voi poi non potrete farne più a meno, tanto è comodo e  buono!

P.P.S. con questa ricetta partecipo al contest di Essenza in Cucina e My Taste For Food


P.P.P.S. ora ho finito, baci a tutti :)





60 commenti:

  1. Che bello ritrovarsi in compagnia specialmente quando questa è particolarmente gradita,ottimo piatto come sempre ricetta buonissima!
    Ketty V di Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ketty, sei troppo carina :)

      Elimina
  2. P.P.P.P.S. Adoro questa vellutata! Ora so come contrastare la dolcezza delle carote :) Tanto baci per te Robi :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, baci a te Vale, piacere di esserti stata utile! :)

      Elimina
  3. Ciao Roby....anche tu 'danni' in libreria???...io ho ceduto per un libretto sui whoopie pies...sono incorreggibile...da qui a primavera diventerò 'na botte a forza di cucinare dolci... :-/ ...
    Che bello che vi siete trovate con Berry!!! Brave, speriamo di poterci incontrare anche noi, prima o poi! ;-)
    Lo sai che adoro le zuppe e vellutate..a dire il vero a me piacciono anche le minestrine..sai quelle con la pastina???..
    Felicissima che tu abbia passato un buon w.e. amica!!!
    Bacioni e struccotti, Roby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Roby, io spendo più di libri che di vestiti!!
      Ho comprato questo (http://www.deastore.com/livre/frais-sain-michele-cranston-marie-claire/9782848312149.html) perchè me ne sono innamorata a prima vista, uno sul finger food e uno da leggere e basta :)
      Non c'è nulla da fare, posso entrare in profumeria, in negozio di scarpe, in uno di vestiti ed uscirne a mani vuote, ma non mi fare entrare in libreria, non resisto!
      Baci Roby, ci incontreremo sicuramente, io non ho dubbi! :)

      Elimina
  4. Mi manca tanto Firenze! Quando vivevo lì non l'avrei mai detto, ma se potessi ci tornerei al volo! Sono contenta che abbia passato un bel weekend in compagnia! Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è la mia città preferita a dire il vero, non me ne vogliano i fiorentini, però è magnifica e passarci due giorni è stato bello!
      Tu che ci facevi, ci studiavi?
      Baci

      Elimina
    2. Sì, ci ho studiato 3 anni e poi sono andata a Forlì... Se mi ci metto a pensare ora mi sale la nostalgia!

      Elimina
    3. Noooooo, niente nostalgia!! Un bacio! :)

      Elimina
  5. bellissima ricetta, ka cremina di carote è sempre buonissima, scalda il cuore e il dolce sapore è pure appagante al gusto....Firenze è magnifica e ben servita dai treni, sai che ogni tanto ci faccio una scappata? oddio mi sono resa conto che saranno almeno 5 anni che non vengo...... devo rimediare!baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, alla faccia di ogni tanto Elena!! Però è vero, il tempo vola drammaticamente :)
      Grazie mille di essere passata a trovarmi, un bacio grande :)

      Elimina
  6. ME-RA-VI-GLIO-SA!
    p.s.: tutto a posto con l'acqua? Niente straripamenti da te vero?
    mannaggia alla maremma!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie!!!
      Senti, qui da me diversi disagi ma passeggeri, pochissimo più giù però è tutto andato purtroppo, case, negozi, aziende, campagne, un disastro.
      Un bacio grande!

      Elimina
  7. La vellutata di carote mi piace mooltoo...io di solito per farla light ci metto il latte, certo con la panna è tutta un'altra cosa ;-)!!!!
    Bacetto e buon Lunedì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io di solito uso il latte, ma la tentazione di provare questa sorta di "panna acida"!! :)
      Bacetto a te mia cara, e buona giornata!!!

      Elimina
  8. sono molto curiosa sul resto dello shopping! :) quando vuoi un pò di caos frenetico tutto cittadino vieni a Roma che il ritmo frenetico è la costante comune:) bando al light! l'estate è finita... e con i maxi pull possiamo permetterci (naturalmente senza esagerare) qualche golosità in più come la panna nella vellutata! io l'adoro.. da un tocco davvero goloso alla crema! piatto squisito! un abbraccio cara Rob e buon inizio settimana:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roma è il mio amore cara Simo, per anni ho abitato a Viterbo e appena potevo ci facevo un salto, a girovagare per i vicoli di Trastevere, a mangiare una carbonara da Carlone, a passeggiare nelle vie dello shopping, a vedere concerti.....ora ho un po' rallentato, da quando sono tornata a Grosseto vengo più raramente, ma rimane la mia prediletta :)
      Quanto allo shopping ho comprato qualche capo di abbigliamento di cui avevo bisogno, ho fatto un salto da Kiko, ho comprato un po' di libri, un CD che mi ha affascinato ma dei cui autori non so assolutamente nulla......speriamo che l'intuito non mi abbia abbandonato!
      Grazie dell'abbraccio, lo ricambio con altrettanto affetto, a presto Simo :)

      Elimina
  9. devi sapre che da quando ho scoperto la panna acida un paio di anni fa e casa mia non manca MAI! E se manca c'è un negosio di prodotti ucraini e due passi da me dove arriva freschiddima praticamente tutti i giorni.
    Mangiare piatti con la panna acida per me è una vera gioia! Questa ricettina la faccio presto presto!!!
    Baciiiiiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non so se qui la trovo, ma ho trovato anche una ricettina per l'home made e male che vada proverò a farla, solo che richiede circa 24 ore di posa e io invece la ricetta l'ho pensata e fatta ieri sera nel giro di cinque minuti :)
      Un bacio grande Dani, buona giornata!

      Elimina
  10. dalla tua cittadina sei arrivata dritta al mio cuore in città ♥
    non voglio rispondere alle tue belle parole con altre degne parole per descriverti, ma solo dire a tutti i tuoi lettori che questa ragazza, con la forza di un solo abbraccio, con la carezza del suo sguardo e due soli incontri mi ha sicuramente arricchito la vita!
    Grazie Roberta, sei una persona preziosa e cara, dolce, sensibile.
    Sono felicissima di aver letto quel post, qualche tempo fa ...fino a decidere di commentare dopo un altro po', pensa che mi vergognavo!
    Ti abbraccio dalla mia scrivania triste dell'ufficio che, non solo per le tue parole ma la tua presenza "globale" ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Berry, ma sei impazzita? Mi vuoi far commuovere?? Guarda che i lacrimoni li ho finiti la settimana scorsa dopo il tuo post sulla Maremma!!!
      Scherzi a parte, è stato un arricchimento reciproco, non ci resta che ringraziare Giulina per aver fatto da Cupido tra un folletto di città e un semino sognatore di campagna.....ti abbraccio, come sabato :)

      Elimina
  11. Che bella Firenze mi piacerebbe passeggiare per le sue strade in questo momento. La vellutata deve essere buonissima la provero' presto.Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, una città meravigliosa vero! Grazie, un bacio

      Elimina
  12. Buonissima la vellutata di carote! È proprio vero, io amo la tranquillità del mio paesello, ma a volte sento la necessità di vedere gente... sarà che nei paesi piccoli poi si finisce per conoscersi tutti e si finisce per essere al centro di 50'000 pettegolezzi... specie se non hai peli sulla lingua e vivi a modo tuo indipendentemente da tutto ;)
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma stavo giusto leggendo il tuo post, anche la tua è favolosa!!
      Sai, io solitamente me ne infischio abbastanza dei pettegolezzi, però dopo un po' vedere le solite persone, i soliti negozi, i soliti posti, mi mette l'asfissia addosso e ho bisogno di andare...ora poi tra un paio di settimane mi aspetta Torino, non vedo l'ora!!
      Baci tesoro, buona settimana :)

      Elimina
  13. Tesoroo! Non vedo l'ora di vedere le ricette che preparerai, con i tuoi due libri nuovi! E gradirei davvero assaggiare questa delizia, amica mia. Sono felice dell'incontro tra te e Berry, stella! Vi abbraccio fortissimo! :D Un bacione, amica mia. Con tutto il cuore! :) Ti voglio bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero tanto di aver tempo Ely, questo mese è un po' duro ma insomma, farò del mio meglio!
      Anche noi due ci dovremo incontrare prima o poi, sappilo! :)
      Baci grandi mia piccola gattara dal cuore infinito!!

      Elimina
  14. Le cuoche in libreria sono anche peggio delle cuoche in cucina...
    Io purtroppo comprerei di tutto, ma mi devo controllare!
    Bella Firenze, merita davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, verissimo Silvia!! Un bacio!

      Elimina
  15. wow...sono felice Roby! anche io prossimamente avrò nuove ricette da provare da nuovi libri...mi sono fatta dei bellissimi regali (libreschi) per consolarmi da sola da questo periodo orrendo.
    Bellissima vellutata :) che bello che ti sei vista con Berry...la sto conoscendo a poco a poco, è una persona davvero carina :) chissà come sarebbe bello vederci...
    Un abbraccio socia mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora, che ti sei comprata??
      Non preoccuparti, prima o poi ci vedremo anche con te e sarà sicuramente bello!
      Un abbraccio grande grande a te, aggiornami sulla situazione se e quando hai voglia....

      Elimina
  16. Roby.. che bella Firenze!! Quando abitavo a Bologna ci andavo spessissimo anche solo per poche ore, mi piaceva da morire! Anche io faccio più guai in libreria che in altri negozi: mi piace l'odore della carta, sbirciare le quarte di copertina... Meno male che esco poco! Che bella la vellutata (un poco di panna che fa?)... Un bascio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, vedo che questo dei libri è un problema comune allora!! Anche io impazzisco all'odore di carta, e per quanto sia patita del computer niente è come sfogliare un libro, profumato di inchiostro e di colla! Un abbraccio grande Patty, saluta anche le fatine ed il principe!

      Elimina
  17. Cara Roberta, ti ringrazio tanto di essere passata a trovarmi. Ma come stai? com'è la situazione a Grosseto? Sono stata in pena terribile nei giorni scorso ma anche noi a Siena non ci siamo molto divertiti e spaventati alla grande. Ho amici che hanno avuto dei danni grandissimi, specialmente in Maremma....che disastro.
    Sono felice di conoscere tante mie corregionali. Magari un giorno possiamo organizzare e vederci tutte quante! Sarebbe bello.
    Complimenti per il tuo bloggino. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, ma grazie a te, non solo di essere passata da me ma anche del tuo pensiero per noi e del tuo entusiasmo!
      Non sapevo che anche a Siena fosse stato così brutto. A Grosseto la situazione è rientrata nella norma quasi subito ma come sai giù verso Albinia è un vero disastro, case, negozi, aziende.....danni immensi.
      Anche io sono tanto felice di conoscerti, sarebbe bello davvero fare un piccolo meeting, siamo in tante!! Un abbraccio grande a te Pat, e grazie di cuore per esserti unita, a prestissimo! :)

      Elimina
  18. Roberta sono ancora qui:) sono felice di leggere che hai passato un rilassante fine settimana e hai incontrato anche un 'amica, anche io non sono un eremita ( ma quasi) però ogni tanto uscire fa bene sopratutto se lo fai con le persone giuste:)
    Anche questa ricetta e' nelle mie corde io amo le vellutate e tutto ciò di verduroso che si può frullare!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io, sono così calde e confortevoli!! E si prestano a mille interpretazioni :)
      Un abbraccio Ombretta, ti auguro una buona giornata!

      Elimina
  19. Ciao Roby, io alle vellutate non rinuncio mai, poi così profumata al dragoncello devo proprio provare! Baci Baci Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ci sta davvero bene! Buona giornata Angela, a presto :)

      Elimina
  20. Eh bè, Firenze è sempre bellissima e io ci tornerei volentieri!
    Bella e buona questa ricettina "light" :-), il dragoncello non l'ho mai usato....che sia quindi giunta l'ora?
    un abbraccio cara e buona serata!
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Marisa, provalo, dà un tocco veramente nuovo a tante cose!
      Un bacio e buona giornata!

      Elimina
  21. Mi piace tanto la panna acida e in questo piatto ci sta proprio per equilibrare la dolcezza delle carote.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fabiano, mi fa piacere tu sia d'accordo con me!

      Elimina
  22. eh già Roberta cara, mi sa che nelle vellutate con una presenza così colce, l'idea della panna acida è azzeccatissima.. e sono felicissima di averti tra noi questo mese! GRAZIEE!
    Un abbraccio, anche ad Andrea :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Cinzia, per questo contest così colorato, così invitante e così stimolante! Un abbraccio grande grande!

      Elimina
  23. dado vegetale home made!!! Strepitoso!
    adesso speriamo di trovare un we tutto maremmano e tutto per noi.
    bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Elena, ti penso sempre quando lo faccio, la prossima volta voglio provare a metterci i funghi secchi...da quando hai detto che un buon brodo vegetale li deve prevedere non faccio che pensarci! Buona giornata, un bacio e...consultiamo le agende :)

      Elimina
  24. hai fatto benissimo ad aggiungere la panna, sia per un gusto più ricco ma anche perché crea un bel contrasto cromatico. io non uso mai il dado ma se è homemade il discorso cambia, ora vado a curiosare! baci e buona notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Pia, io ho smesso del tutto di usare quello industriale da quando ho cominciato a farmelo, è utilissimo per avere su due piedi un buon brodo vegetale da usare che so, nei risotti, nelle vellutate, nelle zuppe.
      Un bacio a te, e buona giornata!

      Elimina
  25. in questo periodo mangerei ogni sera una zuppa come questa, ha un aspetto divino! Buona settimana....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io Chiara, anche io.....riconcilia con il mondo secondo me!
      Buona settimana anche a te

      Elimina
  26. resistere alla tentazione di addensare una vellutata con la panna non è cosa da poco, quindi hai fatto benissimo a metterci la panna...per me è light ugualmente;)
    buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaha, io di solito resisto ma con le carote dolciastre l'idea della panna acida era irresistibile!
      Un bacio cara vale, buona giornata a te!

      Elimina
  27. Sono felice del vs incontro e chissà cosa altro ci prepararsi con questi nuovi entry ;)
    Intanto mi segno questa ricettina. Tesoro ma tu posti ogni giorno.. Che brava!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto studiando Vaty, sto studiando, vedremo se ne esce fuori qualcosa di buono :)
      Un bacio grande cara, buona giornata!!

      Elimina
  28. P.P.P.P.S Ricetta interessantissima...
    Non l'ho mai provata....ma non dovrei mai nominarla con i miei figli...mangiano le carote solo quando non sanno che sono carote...
    ci vuole tanta pazienza!!!

    Un bacione carissima
    Monica

    (fotocibiamo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino cara Monica, però secondo me non se ne accorgono ;)
      Baci cara, a presto!

      Elimina
  29. Beautiful soup and lovely bowl!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you Tessa, I love this bowl too! :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...